Malvasia etichetta blu di Doro Princic – anno 2018

Doro Princic 2018 - Malvasia

Non è frequente bere un vino che ti regala l’effetto WOW. Bere vini blasonati, costoni, influiscono sempre sull’idea che uno si fà del vino. Anche a me è capitato di non accettare, nei primi sorsi, le scarse caratteristiche di un vino che per il prezzo o la fama sarebbero dovuti essere decisamente più impressionanti.

Malvasia Doro Princic 2018

Questa volta ho avuto subito la sensazione di bere un gran bel vino. Colore lievemente dorato nel bicchiere, sono stato subito rapito dai delicati profumi di frutta a polpa bianca, erbe mediterranee, resina, spezie e agrumi.

In bocca il sorso è decisamente fresco e sapido oltre ad essere perfettamente bilanciato e delicato. Vino che lascia la bocca insoddisfatta e ne chiede altro anche grazie ad una persistenza giusta, ne troppo lungo ne troppo corta.

Ho trovato questo vino semplicemente perfetto da bere. Senza se e senza ma.

Uve allevate sul Collio Goriziano, precisamente nelle zone di Cormons e Capriva, crescono sul tipico terreno della zona chiamata “ponca”, terreno molto drenante e ricco di sostanze minerali derivante da un misto di marna e arenaria con strati di sabbia cementificata.

Un vino di grande spessore, altamente rappresentativo del territorio sapientemente sfruttato e valorizzato. Vino acquistato a 20€ circa. Vale ogni centesimo speso

XtraWine: 20€ circa

mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato