Greco di Tufo 2018 – Cantina Villa Raiano

Greco di Tufo 2018 - Villa Raiano

Era un pezzo che non bevevo vini campani e nell’ultimo ordine ho fatto un bel carico. Il greco di tufo è sempre stato una tipologia di vino che ho sempre apprezzato. Ho sempre apprezzato il greco per le sue caratteristiche ruspanti, che se domate, si spengono in vini poco interessanti.

Greco di Tufo 2018 - Villa Raiano
Greco di Tufo 2018

Il Greco di Tufo, della Cantina Villa Raiano, anno 2018, non è molto ruspante, anzi nel bicchiere si manifesta con il classico giallo paglierino intenso.
Il naso è complesso di fiori e frutta, con sbuffi citrici e agrumati e un finale in cui si assapora anice e una leggera mineralità. In bocca è potente, ricco e con una lunga persistenza e sapidità. Vino che ho pensato fosse perfetto per il risotto zucchine e asparagi che stavo preparando. Confermo l’abbinamento azzeccato.

La succulenza e grassezza del risotto sono state giustamente contrastate dall’acidità e alcoolicità del vino, lasciando spazio all’aroma del piatto che volevo fosse predominante.

Vino prodotto a partire da uve di tre differenti vigneti in tre comuni dell’avellinese, su terreni prevalentemente argillosi, le uve vengono conferite a mano in cassette e dopo una pigiatura soffice, fermentano in vasche d’acciaio per 4 mesi.

Ho provato l’abbinamento con una linguina alle vongole. Anche in questo caso, l’aromaticità del vino ha valorizzato il piatto di per sè poco complesso.

Acquistato su xtraWine: Costo 14 circa

mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato