Pecorino Aimè 2018 – Cantina Cascina del Colle

Pecorino Aimè 2018

Cascina del Colle produce tre vini in edizione numerata a mano, Il Mammut, Il Negus e il Pecorino Aimè di cui parlerò oggi.

Anno 2018, le uve raccolte a mano, vengono trasferite in cantina dove avviene la vinificazione in vasche d’acciaio. Anche l’affinamento avviene in acciaio (6 mesi), per poi essere imbottigliato. Solo 6000 bottiglie, almeno per l’anno 2018 come riportato in etichetta.

Pecorino Aimè 2018 Calice
Aimè 2018

Il vino nel bicchiere chiama la luce risplendendo con un bel giallo paglierino pieno. I profumi non sono graffianti, ma suadenti e delicati. Fiori e frutta sono i gruppi principali, Ginestra, pesca, frutta tropicale e salvia.

In bocca il sorso è rotondo e non molto alcoolico, un bicchiere tira l’altro grazie alla bella freschezza e sapidità.
L’esperienza di bevuta è facile e disimpegnata anche se il vino presenta una bella complessità che lo rende idoneo a tutte le preparazioni di pesce e di carni bianche.
Lo vedo molto bene tra un antipasto e un bel timballino di verdure.

L’etichettatura e la numerazione a mano, aggiunge importanza al prodotto che lo rende molto appetibile per un regalo. Più complicato posizionare il vino nel ristorante o a casa perchè il prezzo, 14€ circa, comincia ad essere significativo e la concorrenza sulla stessa fascia di prezzo diventa ardua.

mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato