Dalla Maremma Toscana al Vermentino – Pagliatura 2018

Pagliatura - Fattoria di Magliano

Torno a raccontare il Vermentino, una delle uve bianche che più preferisco per la sua particolare aromaticità e predisposizione ad abbinamenti poliedrici.

Il Vermentino di Gallura e quello Toscano si differenziano molto, in Gallura troviamo una forte aromaticità e predisposizione ad alte gradazioni alcoliche, mentre nell’alta Toscana questa aromaticità si normalizza così come le note gustative molto più rotonde e meno prepotenti.

Il Pagliatura, della Fattoria di Magliano, ha come filo conduttore l’eleganza, l’equilibrio sia nel gusto che nei profumi mai invadenti, ma sempre presenti.
In bocca, i 12,5° alcolici non annoiano, anzi richiamano il bicchiere anche grazie alle caratteristiche gustative del tutto bilanciate.

Vino che viene trattato con le moderne tecniche di vinificazione, ” diraspatura, criomacerazione, pressatura e successiva fermentazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio inox termocondizionati per 20-25 gg “ (cit), preservando tutte le caratteristiche del vitigno.

In conclusione posso affermare che il vino è un must-have perchè garantisce le caratteristiche del vitigno con un equilibrio di raffinatezza non sempre riscontrabile nei bianchi.

Acquistato su WineoWine


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato