Si legge Bolgheri ma non è solo Sassicaia – Barone Ricasoli 2015

Quando si parla di Bolgheri si parla di un luogo magico, di un luogo da cui continuano ad uscire vini apprezzati in tutto il mondo.
Dietro a eccellenze di questa portata, viene sempre il dubbio se le uve allevate zone, possano effettivamente avere una marcia in più.
Io sono abituato a togliermi i dubbi provando.
Parto sempre da bottiglie più abbordabili, altrimenti il rischio di non riuscire a comprendere a pieno una zona, è alto.

Bolgheri rosso DOC 2015 di Barone Ricasoli è un vino da cabernet sauvignon (50%), merlot (25%), petit verdot (25%) denominato anche “Il vino del litorale”., anno 2015

Maturato 8 mesi in barriques, il vino è rosso rubino, con una complessità olfattiva molto invitante. La spezia come il pepe, la frutta matura, sono le caratteristiche olfattive più importanti. In secondo piano si alternano con intensità più o meno marcata di vegetale, tabacco e cuoio.

Bevendo questo “vino del litorale” non posso che accertare le garanzie che vengono offerta nella bevuta. Vino equilibrato, giustamente tannico e aggraziato nella beva.

Potrebbe sembrare dalla descrizione netta che il vino non mi sia piaciuto o che non sia interessante, ma ti assicuro che non è così. La corposità del vino è indubbiamente giusta e piacevole, il colore è lucente, bello anche da vedere.

In bocca buona persistenza ed eccellente bellezza. Un vino così pieno necessita piatti altrettanto complessi e importanti. Eccellenze di terra sono a mio avviso il giusto abbinamento.


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato