Un campione assoluto – Tintilia Rosato Dajje 2017 – Cantina Cieri

Secondo Luca Maroni, il rosato da Tintilia della cantina Camillo Cieri, è il miglior rosato del 2018 con 94 punti su 100.
Non posso dire se è il miglior rosato, non ho lo staff e la possibilità di assaggiare centinaia di rosati e definire se è “il miglior rosato”, ma posso sicuramente affermare che per la tipologia è un gran vino.
Perchè? Se sei avvezzo a bere rosati, sicuramente avrai percepito diverse sfumature di asprezza che variano in relazione al territorio e vitigno. In genere un periodo di assestamento nella propria cantina attenua questa caratteristica che in alcuni casi diventa quasi problematico. In alcuni vini, questa acidità così spiccata, è piacevole al primo sorso ma diventa già insostenibile al secondo.
Dajje non è così.
L’alcolicità, la freschezza e la sapidità sono un tutt’uno.
Il vino è di grande beva, di medio corpo e perfettamente bilanciato.
Il profumo e il gusto seguono un filo conduttore di fragola, mai invadente. Al naso seguono piccoli frutti di bosco e fiori giovani, appena sbocciati. Il colore è scarico ma vivido e intenso. Nel complesso equilibrato.

Questa perfezione lo rende adatto a moltissimi abbinamenti. L’abbinamento principale è la cucina di casa, nel senso che il vino si presta molto alle preparazioni, anche articolate, associabili alla cucina casalinga.
Io l’ho bevuto con spaghetti al sugo con lumachine di mare, ma penso che il coniglio ripieno possa esaltare le caratteristiche del vino.

Acquistato in cantina: 10€

[amazon_link asins=’B019Z36KE2,B00076WNGQ,B06Y48XX2S,B01HI8DFW6′ template=’ProductCarousel’ store=’it-1′ marketplace=’IT’ link_id=’81a38436-f478-11e8-ac5c-8559412d83b7′]


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato