Sagrantino di Montefalco Passito 2008 – Cantina Adanti

I vini passiti sono state una delle più grandi rivelazione scoperte durante il corso da Sommelier. Vini praticamente spariti dalle case, ed in giro è praticamente impossibile trovarne un bicchiere per terminare il pasto. Si trovano Porto, Sherry ma non i passiti…vabbè.

Oggi parliamo di un passito da uve rosse, abbatanza raro, e siamo in Umbria esattamente nella cantina Adanti nella zona di Montefalco culla del Sagrantino.
Non tutti conoscono la storia del Sangrantino che in origine veniva prodotto solo nella versione Passito. Poi vinificato nella versione “secco” ha acquisito tutela e importanza nel panorama vitivinicolo italiano.

La storica cantina Adanti, produce principalmente Sangrantino di Montefalco DOCG secco e passito, Montefalco rosso, Grechetto e Montefalco Bianco.

Il passito ha un colore rosso rubino intenso, profondo. Il ricordo del cacao, delle visciole, amarena sotto spirito, ma anche vaniglia e smalto che si presenta con intensità minore. In bocca non è dolce, direi abboccato nel voler utilizzare la terminologia AIS. Effettivamente non c’è quella sensazione prepotente di dolcezza, una leggera trama tannica lascia spazio ad una buona freschezza e persistenza. Lo reputo un vino perfetto da meditazione più che da accompagnare con i dolci, anche se è il naturale abbinamento. Degustato con della cioccolata fondente al 70%, sicuramente la migliore scelta, e con della piccola pasticceria fresca a base non solo di cacao.

Acquistato in cantina a 20€

Qui la scheda del prodotto


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato