Si torna sul Vulcano: Etna Rosato 2016 – Cantina Tornatore

Vi ho lasciato con il Cerasuolo D’Abruzzo di Masciarelli e ricominciamo, dopo la pausa estiva, con un altro rosato. Questa volta siamo in Sicilia, più precisamente sull’Etna, versante nord, nella cantina della Famiglia Tornatore.
Vino da Nerello Mascalese, vinificato in bianco, ha un colore ramato, ciliegia scarico, ben diverso dai classici rosati. Al naso arriva in modo prepotente una sensazione sulfurea, quasi di zolfo, per poi miscelarsi delicatamente con piccoli frutti rossi, una nota floreale e finale di erbe aromatiche, come di basilico.

In bocca è straordinario, rotondo, sapido, minerale, i 12,5° di alcool aiutano la beva che si fà più intrigante man mano che il vino si scalda, lasciando spazio ad un corpo leggero e ben equilibrato.

Considerando la tipologia, questo Etna Rosato del 2016 è un vino di assoluta eleganza e grande presenza. Io l’ho bevuto con la più classiche delle preparazioni estive,  mozzarella e pomodoro, prestandosi nell’abbinamento. Non escludo preparazioni più complesse ma sempre con sapori piuttosto delicati.

I vini dell’Etna confermano di essere assoluti protagonisti della nuova viticoltura italiana. Tipicità, qualità, eleganza, anche nei vini più giovani, proiettano questo territorio tra i miei preferiti.
Per chi se lo fosse perso, qui potrei trovare i racconti di Graci, altra cantina che mi ha regalato parecchie emozioni.

Acquistato su Tannico.it : €13,90

Qui la scheda tecnica del vino.


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato