Orvieto Classico Superiore “Panata” 2015 – Cantina Argillae

Il viaggio enologico italiano, attraverso le bottiglie raccontate da Avvinati, non poteva saltare il bianco dell’orvietano.

Quest’oggi vi racconterò l’Orvieto Classico Superiore del 2015 “Panata” della Cantina Argillae.
La menzione “Classico” sta ad indicare una zona di produzione più antica, originaria, all’interno della zona di produzione.
La menzione “Superiore” indica un vino che segue disciplinari più stringenti e gradazione alcolica superiore allo stesso vino senza la menzione.

L’intento dell’azienda è quello di produrre un vino che ben rappresenti  il Classico di Orvieto per cui viene prodotto con la migliore produzione di Grechetto 50%, Procanico 20% e Chardonnay 30%.
La vinificazione avviene separatamente per i tre uvaggi prima della fermentazione alcolica, macerazione a freddo, e vinificazione in serbatoi di acciaio a temperaturatu controllata. Solo una parte di grechetto viene vinificato e affinato in barrique.

Questo procedimento regala al vino un giallo dorato che non passa inosservato in tavola. Non molta intensità olfattiva, ma grade compelssità. Frutta tropicale, frutta a polpa gialla, minerale e leggermente balsamico, salvia.

In bocca il sorso è importante, ottima freschezza e mineralità con un finale in bocca che ricorda il sapore della mandorla sgusciata.

Prodotto che esprime l’impegno del produttore, il vino è ben equilibrato e mai stucchevole.
Suggerisco un abbinamento con pesce alla griglia, tipo rombo, o uno spaghetto gamberi e zucchine.

Acquistato su Tannico a 10€


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato