Ricordi sardi: Sincaru 2014 – Cannonau – Cantine Surrau

Vacanza in Costa Smeralda e visita nella splendida cantina di Surrau.
Il locale è molto bello ed accogliente, quindi mi faccio tentare dalla degustazione di vini con tipicità locali  e cominciamo il nostro brunch.
Tra tutti i prodotti assaggiati ho deciso di riportare a casa il Cannonau e il passito di Vermentino.
il passito è finito al mio compleanno cercando di convincere, e ci sono riuscito, i più scettici che vino dolce e formaggi sono abbinabili, con il roquefort una delizia.
Il Sincaru, cannonau 100%, affina in vasche di cemento e legno, caratteristica che ritrovo nel bicchiere.

Nonostante i pochi anni della bottiglia, il vino è rosso rubino con riflessi chiaramente granati.
Marasca, frutta rossa matura, cacao, vaniglia e finale balsamico sono ben identificabili nel bicchiere.

Un rude calore si attraversa l’esofago e in bocca la saliva si miscela con l’ottimo corpo del vino rendendo la bevuta entusiasmante, viziosa. Ottima la persistenza in bocca che genera un gradevole litigio con il pane, olio nuovo e pecorino sardo di media stagionatura. Con la carne arrosto è il paradiso del gusto.
Un vino maturo che vi consiglio come consiglio la visita in cantina.

Vini acquistabili dal sito del produttore.


mm
Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre.
Attualmente Avvinato
mm

Luca Zappacosta

Consulente informatico e da sempre fedele compagno di avventure insieme al mio amico Bacco. Calciofilo e fantacalcista da sempre. Attualmente Avvinato